Luna: una conquista anche italiana

20 luglio 1969, ore 20:17 UTC, allunaggio. 21 luglio 1969, ore 02:56 UTC, un uomo, il primo, Neil Armstrong, appoggia un piede sul suolo lunare. Un grande passo per l’umanità disse in quel momento, una conquista anche italiana tutti noi dobbiamo ricordare.

Il logo della missione Apollo 11

La missione era l’Apollo 11 e fu ovviamente un grande successo, fu anche uno dei primi eventi mediatici seguiti in tutto il mondo dalla televisione. In Italia molte ore di diretta RAI, diversi studi televisivi in contemporanea ci aggiornavano sugli sviluppi della missione. Dal Central Park, Piero Angela seguiva in diretta per la RAI e su un grande schermo le fasi salienti (Fonte ANSA). Ruggero Orlando dall’America e Tito Stagno dagli studi RAI di Roma, guidavano la diretta passando alla storia per quel breve malinteso: Tito Stagno “Ha toccato!“. Primo applauso. Segue Ruggero Orlando “No, non ha toccato“. Silenzio totale in sala… Tito Stagno: “No Ruggero“. Ruggero Orlando: “ha toccato in questo momento” secondo applauso… (breve video ma molto bello). Permettetemi di dirvi che mi viene ancora la pelle d’oca a raccontarlo.

Io, 8 anni, seduto a 5 m dal televisore in bianco e nero dei miei nonni, vedevo queste immagini sfocate ma affascinanti e rimanevo catturato da questa avventura che sin da subito mi appariva come una storia vera. La bravura di Piero Angela, Ruggero Orlando, Tito Stagno e di molti altri nel raccontarci in diretta quei momenti ancora oggi viene ricordata da tutti coloro che ebbero la fortuna di essere davanti ai teleschermi: onore alla RAI Radio Televisione Italiana (i dettagli sulla missione qui).

La Programma 101

Qualche anno prima in Italia e precisamente a Ivrea, nel 1965, nasceva  lOlivetti Programma 101, il primo personal “desk top” computer del mondo. La Programma 101 contribuì in modo determinante all’evoluzione dei personal computer e gettò le basi di quello che noi oggi conosciamo come internet (un articolo qui).

Voi direte: ma cosa c’entra la Programma 101 con la missione Apollo 11? C’entra eccome perché circa 10 Programma 101 furono vendute alla NASA ed utilizzate per pianificare tutta la missione Apollo 11 e lo sbarco sulla Luna.

L’intera missione Apollo 11 fu resa possibile grazie all’utilizzo di tecnologie italiane allora considerate come le migliori al mondo. A questo proposito, molto interessante e istruttivo è il video dal titolo “Quando Olivetti inventò il PC“.

Celebriamo dunque il 50° anniversario della conquista della Luna, con un pizzico di orgoglio tutto italiano nel pensare che anche noi siamo stati protagonisti di questa storica impresa.

 

 

 

 


Fonte immagine in evidenza: https://pixabay.com, modificata.

 

 

 

 

 

About the author

Guido Nigrelli è un naturalista, un ricercatore al CNR-IRPI di Torino e un divulgatore scientifico. Come ricercatore studia le relazioni tra clima e processi morfodinamici in ambiente alpino. Come divulgatore scientifico gestisce questo blog e scrive di scienza, tecnologia e ambiente su alcune testate giornalistiche.

Lascia un commento