Addio ai ghiacci, di Peter Wadhams

Un dettagliato rapporto dall’artico scritto da un esperto ricercatore polare: è ora di combattere. Una storia del ghiaccio marino e terrestre sul pianeta Terra

 

Scheda del libro

Titolo: Addio ai ghiacci

Autore: Peter Wadhams

Editore: Bollati Boringhieri

Pubblicazione: novembre 2019

Prezzo: 14,00 €

Pagine: 286

ISBN: 978-88-339-3449-5

Contenuti

In questo libro Peter Wadhams (1948) descrive in modo dettagliato le profonde trasformazioni che hanno interessato e interessano tuttora l’Artico, ambiente che lui studia dal 1970 come ricercatore polare. Le ricerche di Peter Wadhams in Artico sono state fra le prime ad ottenere le prove che il clima stava cambiando, e non solo in Artico (Wadhams, 1990). Le prove ottenute da Wadhams sensibilizzarono la comunità scientifica polare sull’argomento e diedero un forte impulso alle ricerche. Si raggiunse ben presto la consapevolezza che sulla Terra stava accadendo qualcosa di drammatico.

Addio ai ghiacci ci introduce all’argomento iniziando a parlarci di ghiaccio come acqua solida. Ci descrive dapprima le sue caratteristiche fisico-chimiche fornendoci poi una breve storia del ghiaccio marino e terrestre sul pianeta Terra.

Il libro passa poi a descrivere le cause, i processi e gli effetti legati alle interazioni tra ghiaccio e cambiamenti climatici, non solo Artico ma a scala globale. Effetto serra, anidride carbonica, metano, forzante radiativo, sensibilità climatica e amplificazione artica sono solo alcuni argomenti trattati con rigore scientifico e chiarezza di esposizione. Poi arriviamo noi, cioè l’uomo. L’industrializzazione, l’impennata degli inquinanti dal secondo dopoguerra, l’accelerazione data dall’uomo a un cambiamento climatico globale già presente. Insomma, si entra nell’Antropocene. Feedback artici, riduzione albedo, fusione calotte polari, degradazione del permafrost sono altri argomenti portati all’attenzione del lettore in modo molto chiaro e comprensibile.

Gli ultimi capitoli del libro sono dedicati ad accendere i riflettori sul problema, a lanciare un S.O.S. climatico: in poche parole “è ora di combattere” sostiene Wadhams, cioè di agire. La lista delle azioni è lunga. Ma allora le soluzioni ci sono! Non è poca cosa! I pensieri conclusivi dell’auore vanno poi all’attuale più grande minaccia alla sopravvivenza dell’umanità che, secondo lui, è D. J. T.

Valutazione

Addio ai ghiacci è un libro molto interessante e molto ben scritto, se ne consiglia sicuramente la lettura. Il formato in brossura e la carta ruvida e opaca rendono il libro e le pagine che lo compongono piacevoli al tatto e facili da sottolineare. La dimensione dei caratteri è forse un po’ piccola e questo a volte ne rende faticosa la lettura. Alcune figure a colori aiutano nella comprensione degli argomenti trattati.

Nel libro viene utilizzato il termine “scioglimento” quando sarebbe stato più corretto fare riferimento al termine “fusione”. Secondo il modesto parere di chi scrive, scioglimento e fusione non sono sinonimi. Lo scioglimento è un processo chimico (ad es. lo zucchero si scioglie nell’acqua), la fusione invece è un processo fisico (ad es. il ghiaccio fonde al sole in una calda giornata estiva, così come fonde la mozzarella sulla pizza). A causa dei cambiamenti climatici e del conseguente aumento delle temperature il ghiaccio marino e terrestre fonde, non si scioglie.

Buona lettura!

 


Fonte immagine in evidenza: https://pixabay.com, modificata.

About the author

Guido Nigrelli è un naturalista, un ricercatore al CNR-IRPI di Torino e un divulgatore scientifico. Come ricercatore studia le relazioni tra clima e processi morfodinamici in ambiente alpino. Come divulgatore scientifico gestisce questo blog e scrive di scienza, tecnologia e ambiente su alcune testate giornalistiche.